Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

Share us

Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

 

Fare indossare la pettorina ha molti vantaggi: uno tra i tanti, è la possibilità di fare una passeggiata con loro all’aperto senza il timore che subiscano traumi ambientali.
I pappagalli, come ben sanno tutti coloro che ne possiedono uno, se ben addomesticati ci seguiranno ovunque e staranno sempre sulla nostra spalla. Tuttavia all’aperto devono fare i conti con ciò che ci circonda: auto, cani che abbaiano, rapaci, distrazioni e rumori improvvisi che possono influenzare la tranquillità del nostro animale. Questo potrebbe spaventarsi e scappare via, fino a trovarsi in situazioni pericolose che possono anche portarlo alla morte. I pappagalli hanno vista e udito sviluppati, ma il cambio di prospettiva, che sperimentano quando si alzano in volo,  può farli sentire disorientati e spaventati e quindi si smarriscono. Ma ricordate che come voi cercate loro, loro cercano voi.
Dopo questa breve premessa, vi consigliamo di insegnare al vostro amico a indossare la pettorina fin da piccolo, così da evitare rischi per la sua incolumità: una semplice pettorina a volte può salvare loro la vita e fa stare tranquilli noi.

Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

 
Come insegnare ai nostri pappagalli ad indossare questo utile accessorio?

Noi abbiamo due metodi che sicuramente vi saranno di aiuto per raggiungere lo scopo senza recare traumi.
Il primo metodo è sicuramente il più semplice e consiste nell’abituare il pappagallo fin da piccolo, verso i 30 giorni di età, durante l’imbecco, prima di ogni pasto si fa indossare al pappagallo la pettorina e gliela si lascia addosso fino alla fine del pasto.

Per evitare traumi bisogna essere dolci nei movimenti, allargando bene le cinghie e infilando prima la testa, poi si infila un’ala avendo cura di evitare frizioni e sollecitazione che può portare a fratture o slogature, infine si fa lo stesso con l’altra ala.

Ad ogni poppata far indossare la pettorina sarà sempre più facile, perché per l’animale questo rituale verrà associato all’alimentazione.

Per tutta la sua vita l’animale non proverà stress, al contrario sarà impaziente di ricevere del cibo e pertanto premiatelo sempre, anche quando sarà grande, con un piccolo spuntino come una nocciolina o un biscottino, o almeno facendogli un po’ di coccole.
Il secondo metodo, in apparenza più complesso ma pur sempre efficace, richiede di dedicare più tempo e avere più pazienza, i risultati arriveranno con la giusta dedizione.

Questo metodo viene utilizzato per quei pappagalli che non sono stati abituati fin da piccoli ad indossare la pettorina: si tratta quindi di pappagalli che hanno più di 4 mesi di età.

La taglia del pappagallo non determina la metodologia, ma influenza l’attenzione necessaria, dato che un pappagallo di grandi dimensioni beccando può far male.

In teoria l’addomesticamento può aiutare a raggiungere lo scopo, ma non mancano le eccezioni che confermano la regola: in certi casi può succedere comunque di avere fortuna e avere in poco tempo risultati soddisfacenti.
La cosa più importante quando si decide di insegnare a un pappagallo ad indossare la pettorina è non demordere, altrimenti gli insegnamenti perdono d’efficacia in poco tempo. Bisogna tenere a mente una regola basilare: esistono Rinforzi primari e Rinforzi secondari, che devono sempre essere consolidati. I Rinforzi primari sono associati al cibo, mentre i Rinforzi secondari (che non sono di secondaria importanza) sono associati alle coccole e al gioco, di cui i pappagalli non possono fare a meno.

Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

Insegniamo ai nostri Pappagalli ad indossare la Pettorina

 

 

Questi Rinforzi sono molto importanti per instaurare un rapporto di fiducia tra l’animale e il suo proprietario, quindi bisogna ricordarsi di premiare in entrambi i modi, alternando le situazioni ma rispettando l’associazione (un Rinforzo ad un  comando ben eseguito), scelto in base alle preferenze del vostro amico.
Si inizia sempre facendo indossare la testa e premiando il pappagallo. Questa operazione non sempre riuscirà al primo tentativo, quindi bisogna fare in modo che la pettorina sia vista come un gioco associandola alle coccole e ai cibi preferiti. Se non ci si arrende, prima o poi il pappagallo accetterà di infilare la testa: in quel caso lo si premia, lasciandogli la pettorina indosso per più tempo possibile. Evitate di affrettare le cose cercando di infilare anche le ali: l’aver infilato la testa è già di per sé un buon risultato, che deve essere premiato di conseguenza. Fate giocare il vostro amico, coccolatelo, dategli un premio in cibo e fate in modo che indossi la pettorina per almeno un’ora. Il giorno successivo ripetete la medesima operazione, facendo indossare la pettorina per almeno un’ora, e provate a infilare anche un’ala, senza fretta e con molta pazienza, avendo cura di rispettare i tempi del pappagallo. Quando otterrete nuovi risultati premiateli sempre e ripetete l’operazione anche nei giorni seguenti. Infilare la seconda ala sarà ancora più difficile, perché a quel punto il pappagallo avvertirà il senso di costrizione, pertanto dovrete avere veramente molta pazienza.

Quando finalmente riuscirete a far indossare completamente la pettorina al vostro pappagallo abbiate cura di non stringerla troppo per evitare che questo trovi la situazione spiacevole, con un conseguente rifiuto futuro.

Con questo metodo, in circa un mese e mezzo si possono ottenere  dei buoni risultati.

 

Vivere a stretto contatto con il tuo Pennuto? Si può fare.

Approfondiamo con questo Articolo:

“Allevamento a Mano” SEGUI IL LINK ——–>>>  http://www.parrotsforfriends.com/?p=299

 

 

 

SEI INTERESSATO ALLE NOSTRE GUIDE DIDATTICHE?
CLICCA QUI,  SARAI AVVISATO QUANDO SARANNO DISPONIBILI.

Leave a Reply