Alloggio e accessori -la casa dei nostri pappagalli-

Alloggio e accessori -la casa dei nostri pappagalli-

Condividi

Alloggio e accessori: la casa dei nostri pappagalli

L’alloggio è un aspetto estremamente importante per i pappagalli domestici in quanto va a influire direttamente sia sulla salute fisica che sul benessere psicologico. Un alloggio di dimensioni adeguate e dalla corretta disposizione degli accessori permette ai pappagalli di mantenere una corretta forma fisica tramite un normale sviluppo muscolare. Allo stesso tempo, arricchire l’ambiente in cui i pappagalli vivono la maggior parte del tempo li aiuta a mantenere un comportamento equilibrato: essendo infatti animali molto intelligenti necessitano di diversi stimoli ambientali.

Alloggio e accessori: la casa dei nostri pappagalli

La condizione ideale, in generale, sarebbe quella di un’ampia voliera all’aperto con spazi sufficienti per il volo e un ambiente arricchito con elementi naturali quali piante e semplici giochi (corde, legni, altalene etc). Ovviamente non è sempre possibile offrire un alloggio di questo tipo, ma i principi espressi di seguito valgono anche per voliere interne. Lo sviluppo deve essere orizzontale, è assolutamente fondamentale per sfruttare lo spazio al meglio e permettere ai pappagalli di volare. In una voliera alta e stretta i pappagalli tenderanno sempre a occupare solo l’apice, compiendo solo movimenti minimi. La voliera deve essere di metallo e non deve rilasciare frammenti tossici, il ferro zincato di solito è la soluzione migliore. Le maglie devono essere proporzionate alla taglia dell’animale e l’orientamento deve facilitare le arrampicate, sbarre verticali sono dunque da evitare. Il pavimento ideale è fatto di cemento, igienico e facile da pulire. In alloggi interni possono essere usate diverse lettiere, purché atossiche e poco polverose. Una struttura esterna deve ovviamente prevedere una zona ben riparata dalle intemperie e soprattutto dalle correnti d’aria. Alle nostre latitudini infatti, il freddo generalmente non rappresenta un grosso problema, lo sono invece gli sbalzi termici e le correnti d’aria. Per tale scopo possono essere usati dei pannelli isolanti.
In base alle dimensioni e al numero di pappagalli devono essere posizionate sufficienti mangiatoie ed abbeveratoi, in modo da evitare competizioni. Inoltre, la posizione delle mangiatoie deve essere studiata in modo che non sia possibile per i pappagalli sporcarle con le loro feci, si eviteranno quindi tutti i punti sovrastati da posatoi, giochi o altro su cui i pappagalli possono sostare. Le mangiatoie in acciaio girevoli sono le più comode da gestire e pulire. Infine, la disposizione degli accessori e dei posatoi deve permettere il volo più lungo possibile permesso dalle dimensioni della voliera. Questo risultato si ottiene creando un corridoio privo di ostacoli che percorre la voliera nella sua lunghezza, meglio se nella parte più alta, posizionando due posatoi alle estremità. In questo spazio, che deve tenere conto dell’apertura alare, non saranno posizionati né accessori né posatoi più alti di quelli agli estremi.

Alloggio e accessori: la casa dei nostri pappagalli

I posatoi migliori sono quelli di origine naturale, ovvero di legni non tossici come il salice o il nocciolo. La misura media deve essere proporzionata alla taglia degli animali, posatoi troppo grandi o troppo piccoli possono causare lesioni alle zampe. La naturale variabilità del legno permette una corretta ginnastica dei muscoli delle zampe, inoltre, la possibilità di rosicchiarlo intrattiene molto i pappagalli.
Oltre ai posatoi, la gabbia può essere accessoriata anche con giochi di vario genere. La scelta può essere fatta in base ai gusti dell’animale ma ci sono alcuni concetti da tenere sempre a mente. Il gioco deve essere compatibile con la taglia dell’animale: un gioco in plastica per cocorite può essere distrutto e ingerito da un cenerino, con spiacevoli conseguenze. Il gioco non deve poi essere tossico, utilizzare solo accessori esplicitamente previsti per uccelli o, in alternativa, di origine naturale. Quando si utilizzano corde, prestare sempre attenzione che le fibre non possano legarsi al piumaggio o alle zampe del pappagallo. Lo spazio disponibile va sfruttato con intelligenza, secondo i principi di cui abbiamo parlato, mettendo in secondo piano l’aspetto estetico, non si deve assolutamente riempire la gabbia di giochi sottraendo spazio per il volo.

Il più delle volte, lo spazio concesso dalle gabbie da interno non è sufficiente o strutturato male. Soprattutto per i grandi pappagalli tenuti in casa, l’ideale sarebbe disporre di una stanza completamente dedicata a loro. Quando non è possibile si consiglia di lasciare uscire il pappagallo tanto più spesso, quanto più è piccola la gabbia (che comunque dovrebbe permettergli almeno di spiegare completamente le ali). Per quanto riguarda i pappagalli di piccola taglia, molte delle gabbie in commercio sono studiate per piacere esteticamente ai proprietari e non per permettere ai nostri pappagalli di sfruttare al meglio lo spazio a disposizione. Anche per gli amici più piccoli infatti, vanno preferite gabbie rettangolari a sviluppo orizzontale.

Esistono insidie domestiche per i nostri pappagalli;

approfondiamo l’argomento con il seguente articolo: “Pericoli in casa”

SEGUI IL LINK ——–>>>  http://www.parrotsforfriends.com/?p=636

SEI INTERESSATO ALLE NOSTRE GUIDE DIDATTICHE?
CLICCA QUI, SARAI AVVISATO QUANDO SARANNO DISPONIBILI.

Commenti

2 Recent Comments

  • Simona

    Buon giorno, vorrei prendere una calopsitta, per interagire con mia mamma ottantenne che vive con me, parlando con una vicina amante di quasi tutti gli esseri animali (le zanzare no?) mi ha consigliato appunto una calopsitta, possibilmente maschio perché più predisposto rispetto alla femmina di fischiettare e imparare parole.
    Ora i miei dubbi sono tanti, so solo che vorrei poterlo tenere fuori dalla gabbia, ma per il benessere dell’animale vorrei avere informazioni dal veterinario ed allevatore,( in zona ne ho trovato uno, ho chiesto un incontro ma al momento non é disponibile)
    Quindi chiedo a voi indicazioni per poter prendere una calo e per essere in grado di tenerla nel miglior modo possibile
    Avrei bisogno di sapere le misure minime per una gabbia, il materiale di cui deve essere fatta, dove posizionarla, dentro, fuori, vicino a .. lontano da… alimentazione, giochi, compagnia, pettorina, e che periodo dovrebbe avere per insegnargli a stare fuori dalla gabbia per interagire con lui?
    Prenderlo in privato, negozio, allevamento
    (Ho chiesto anche alle guardie zoofile se avessero bisogno di documenti e se andassero registrate ?)
    Ho sentito parlare dell’allevamento a mano
    Scusate ma prima di intraprendere un passo del genere, per il benessere nostro e sopratutto dell’animale ho questi ventimila punti interrogativi.

    Grazie per l’attenzione e pazienza resto in attesa di una vostra anzi più risposte( visto le domande ?)
    Vi auguro una buona giornata
    Simona

    • ignazio di dio

      Salve Simona, proponga la domanda all’interno della community su facebook le lascio il link per accedere, riceverà tutto il sostegno e le risposte in merito, acceda da questo link >>> https://www.facebook.com/groups/parrotsforfriends/
      Saluti

Lascia un commento